108 ITALY: UN MULTIDISTRETTO AL SERVIZIO DEI CLUB

Con l’inizio di quest’anno sociale abbiamo profondamente riorganizzato la struttura e le modalità di funzionamento del nostro Multidistretto. Il numero di LION di settembre racconterà nel dettaglio le nuove strategie operative.

Intanto eccone qui di seguito le linee generali in attesa di tornare sull’argomento con ulteriori informazioni nei prossimi giorni.

COSA SIGNIFICA ESSERE LIONS OGGI?

Porsi queste domande significa comprendere come la realtà contemporanea sia profondamente differente da quella dei Club of Business di Chicago del 1917 e che l’intuizione di Melvin Jones era proprio quella di dare una svolta ad un consolidato sistema che non assumeva come principio fondativo l’essere utili al prossimo. Non tutti – in quel lontano 1917 – hanno creduto nel We Serve, non tutti hanno saputo porre al centro del proprio impegno il servizio, non tutti hanno compreso come non fosse il singolo uomo Lions il nucleo della Nostra Associazione, ma l’unione di uomini e donne che perseguono insieme – nei Club – un obbiettivo . . . eppure oggi siamo la più grande Associazione di servizio al mondo.

La Nostra Associazione ha saputo darsi sempre nuovi obiettivi in ragione di mutate situazioni socio-economiche, garantendo in oltre cento anni un continuo, instancabile contributo alla costruzione di un domani migliore.

La responsabilità che ricade su di noi, oggi, è proprio quella di saper comprendere quale è l’odierna frontiera del Nostro operare, in quale modo e con quale struttura organizzativa; poiché è quella struttura che ci permette di essere il più efficaci possibile in un contesto che certamente non si ferma ad aspettarci e con il quale non possiamo continuamente confrontarci con modalità che hanno saputo rispondere perfettamente alle esigenze di un tempo passato, ma che oggi non risultano più così efficaci.

LA NUOVA STRUTTURA ORGANIZZATIVA

Ogni Club del Nostro Multidistretto – e non solo – compie sforzi importanti in questa direzione e lo fa con la qualità, l’entusiasmo e la professionalità che impone il mondo moderno.

In questo contesto la nostra struttura Multidistrettuale deve garantire il massimo supporto ai Club, in un sostanziale ribaltamento del “modus operandi”.

Un Multidistretto a sostegno dei Club e dei soci che abbia come grande obiettivo il facilitare le azioni di servizio.

Proprio in questa direzione muove la volontà di riorganizzare la struttura nazionale nel suo complesso, con una duplice finalità:

  • razionalizzare l’organizzazione del servizio
  • alleggerire la macchina multidistrettuale.

Queste scelte porteranno ad una significativa diminuzione del numero di Officers Multidistrettuali, a una più semplice ed intuitiva identificazione dei coordinatori da parte dei Distretti e dei Club e alla possibilità da parte del Multidistretto di investire sulla preparazione di questi attraverso programmi formativi che ne aumentino la qualità del servizio.

Sono così state identificate le sei nuove grandi aree su cui muoverà l’azione del nostro Multidistretto: AREA SERVICE, AREA MEDIA, AREA PROGRAMMI GIOVANILI, AREA LCIF, AREA LEGALE e l’AREA ACTION TEAM.

MULTIDISTRETTO: IL SERVICE AL CENTRO

L’AREA SERVICE sarà contraddistinta da una riorganizzazione per dipartimenti dei numerosi Service di rilevanza Nazionale o dei gruppi di lavoro/Programmi che ogni anno operano nel nostro Multidistretto.

Per ognuno di questi “dipartimenti” il Multidistretto garantirà un Governatore Delegato di riferimento e il massimo supporto organizzativo/comunicativo. Saranno predisposti materiali informativi che supportino i Club ed i soci a promuovere le attività di servizio suddivise secondo la sopra riportata struttura.

Nasceranno così i fascicoli: “WE Serve Salute”, “WE Serve Ambiente”, “WE Serve Scuola”, “WE Serve Giovani” e “WE Serve Comunità” che diverranno strumento per i Club di conoscenza e promozione della splendida eterogenea azione di servizio dei Lions in Italia.

Il Consiglio dei Governatori passerà così dalle storiche 3 deleghe su temi di servizio alle odierne 7 – pari circa al 40% delle deleghe totali (che a loro volta sono passate da 26 a 18).

Un segno importante che questo Consiglio dei Governatori ha voluto dare nell’intenzione di riportare al centro dell’azione il SERVIZIO e il supporto ai Club.